AXALP 2018

SWISS AIR FORCE LIVE FIRE EVENT

Il poligono dell’ Axalp Ebenfluh, situato nel cuore delle Alpi Svizzere, è utilizzato per l’addestramento al tiro dei piloti della Forza Aerea Svizzera. Qui, ogni anno nel mese di ottobre, la Swiss Air Force organizza una dimostrazione “live” delle capacità professionali dei propri piloti.

Lo show, seppur breve essendo concentrato in una ora e trenta minuti circa, ha conquistato risonanza mondiale per diversi fattori: il “firing range” è il più elevato d’Europa a circa 2200 metri di quota, l’ambiente è affascinante, le difficoltà del volo militare ad elevate prestazioni in un ambiente ostile quale è una vallata alpina in alta quota, la vicinanza dei velivoli agli spettatori, la reale attività di sparo con la possibilità di verificare visivamente i target colpiti dai proiettili.

L’edizione 2018 ha visto per l’ultima volta la partecipazione dei caccia leggeri Northrop F-5E Tiger II, esibiti sia nei tiri e sia in volo in formazione con la Patrouille Suisse.

Il caccia, in uso sin dal 1978, verrà radiato dal servizio a breve ed il tema della sua sostituzione, così come quella di alcuni altri apparati della Luftwaffe svizzera, sono stati oggetto di un ampio briefing pre-attività svoltosi sulla base di Meiringen, a cura del Comandante delle Forze Aeree Svizzere, Generale Bernhard Muller.

Il messaggio trasmesso è la necessità di rinnovamento della Forza Aerea al fine di essere adeguatamente equipaggiata per far fronte alle sfide del futuro, ed a svolgere al meglio i compiti istituzionali: difesa globale, supporto alle autorità civili, promozione della pace. Affinchè ciò sia fattibile nei prossimi anni si renderà necessario sostituire, in ordine di tempo, sistemi missilistici contraerei, radar, artiglieria contraerea, sistemi terrestri di trasporto e combattimento. Nel 2025 il caccia F/A-18 Hornet sarà al termine della vita operativa, mentre la flotta di elicotteri da trasporto sarà obsoleta nel 2030.  Tutto ciò in un contesto politico e di sicurezza, a livello mondiale, in continua evoluzione. Dal tempo dell’attentato alle torri gemelle, 11 settembre 2011, abbiamo assistito ad una escalation di conflitti, crisi, attentati; prevedere cosa avverrà in futuro è impossibile, ma l’ammodernamento delle forze armate è un fatto già attuale, per far fronte al quale  occorrerà un aumento annuo del budget per le spese militari dell’ 1,4% .

L’ Air Force Live Fire Event del 2018 ha visto, oltre ai tiri “live” di F-5E ed F/A-18, anche la dimostrazione di una intercettazione di un velivolo civile sospetto da parte di due caccia F/A-18 ed il volo in formazione di velivoli Pilatus PC-7 e F/A-18 Hornet. Purtroppo il forte vento ha condizionato l’attività di volo, con l’annullamento delle dimostrazioni antincendio e soccorso degli elicotteri.

In ogni caso è stato possibile apprezzare la proverbiale organizzazione e professionalità svizzera, sia per le attività di volo quanto per l’accoglienza.

Alla Forza Aerea Svizzera va il mio personale ringraziamento per l’ospitalità e disponibilità riservatemi.

Volare e soccorrere

Aeronautica Militare – 31° Stormo – Roma Ciampino

365 giorni anno, giorno e notte, uomini e donne del 31° Stormo sono pronti al decollo nel tempo di due ore per raggiungere qualsiasi angolo del mondo per recuperare concittadini, civili e militari, che abbiano bisogno per gravi motivi di salute di essere ricoverati in Italia presso strutture specializzate.  Allo stesso modo lo Stormo assicura la prontezza operativa per trasporto sanitari urgenti in Italia, trasporto organi, persone in attesa di trapianti. Salvare vite umane, attività quotidiana che possiamo definire una specialità della nostra Aeronautica Militare.

Nelle immagini lo stemma del 31° Stormo esposto all’ingresso della palazzina comando, al centro un Dassault Falcon 900EX, a destra un Airbus A-319.CJ