ESERCITAZIONE MONTE BIANCO 2004

ESERCITAZIONE MONTE BIANCO 2004

La galleria di immagini del presente articolo illustra una attività di esercitazione al soccorso in montagna condotta dal Servizio Aereo della Guardia di Finanza in collaborazione con il CNSAS Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Nello specifico si tratta di un evento, risalenta all’anno 2004, ambientato sulle pendici del Monte Bianco, con base di appoggio in quota presso il rifugio Monzino.

Alla intensa giornata di addestramento parteciparono due elicotteri della GdF, un AB-412 ed un NH-500, ed un AgustaWestland A-109E Power della società Helops, all’epoca esercente il servizio di elisoccorso per la Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Gli elicotteri della GdF, appartenenti alla Sezione Aerea di Venegono (Varese), lavorarono in simbiosi con i colleghi della locale Stazione SAGF di Entreves (Soccorso Alpino Guardia di Finanza), a dimostrazione delle capacità di effettuare in totale autonomia complesse missioni di ricerca e soccorso, SAR Search and Rescue, in territorio ostile, ad alta quota, ed anche in collaborazione con altre istituzioni.
Alla esercitazione prese parte anche la Gendarmerie francese, dalla base d’oltralpe di Chamonix, i cui membri del soccorso parteciparono alle operazioni di volo e ricerca, come raffigurato nella immagine dell’A-109 in volo con soccorritore in divisa blue appeso al verricello.

Benchè le immagini risalgano all’anno 2004 le dinamiche, modalità di intervento, organizzazione sono valide tuttora.

Per saperne di più sul mondo dell’elisoccorso e soccorso aereo visita su questo sito web la pagina ‘Pubblicazioni/libri’ dove troverai le informazioni relative ai libri a tema elicotteri e soccorso pubblicati da OperazioniVolo / Dino Marcellino
Puoi anche richiedere ulteriori informazioni, e modalità di acquisto, scrivendo all’autore: dino@operazionivolo.com

Libri Elicotteri-Elisoccorso-Soccorso Aereo

Libro elicotteri aviazione

Libro elicotteri aviazione.
Quanto lavoro per produrre un libro.

Avete mai pensato a quanto lavoro, e lasciatemi dire quanta passione, occorre per produrre un libro, nel nostro caso di aviazione?
Innanzitutto necessita il materiale fotografico e la documentazione, per reperire i quali vi sono fondamentalmente due possibilità:

– una può essere quella di utilizzare il materiale che si trova consultando archivi aziendali, uffici stampa ecc. Il prodotto finale, al di là delle necessarie autorizzazioni all’uso di materiali di altrui proprietà, sarà un ‘già visto’ poichè essendo materiale già utilizzato per altre pubblicazioni non rappresenta una novità.

– la seconda è produrre in proprio fotografie e testi, il che è una attività dispendiosa, sia in termini di tempo che di denaro, ma è anche la parte dinamica e piacevole del lavoro. Il vantaggio enorme, dal mio punto di vista irrinunciabile, è il proporre ai lettori una novità assoluta, per la quale vale la pena di acquistare il libro.
Questo è il concetto, molto semplificato, alla base dei miei lavori, e poichè ho già pubblicato quattro ‘titoli’ miei, oltre ad altri due prodotti su commissione, posso asserire che è un criterio vincente.

Realizzare il materiale vuol dire muoversi sul territorio nazionale (ed all’estero se necessario), vivere le attività operative – addestramenti e missioni reali – volare in ogni condizione di tempo, di luogo, di ambiente.

Tutto le immagini ed i documeti/interviste raccolti verranno elaborati al ritorno in sede, per poi procedere alla preparazione di una bozza del libro. E’ questa una fase complesssa e laboriosa: scrivere i testi in italiano ed inglese (così sono i mei libri), selezionare le foto ed adattare testi ed immagini in modo tale da ottimizzare gli spazi-pagina ed allo stesso tempo tenendo presente che il conteggio finale di pagine deve rispettare dei criteri ben precisi.

Il tutto passa nella mani del grafico, il cui lavoro sarà condiviso passo passo: modifiche, aggiustamenti, correzzioni…
Quando hai nelle tue mani, o meglio nel tuo computer, il file definitivo, pronto per la stampa, verrebbe da dire che il gioco è fatto. In realtà inizia un’altra fase delicata, da seguire attentamente e molto insidiosa: un errore in fase di messa a punto della stampa e tutto il lavoro precedente è sprecato.

Ma quanto è lunga una macchina da stampa? E quanto è veloce la stampa dei fogli da otto pagine per lato?  Vi posso assicurare che non c’è tempo da perdere, l’uscita dei fogli è rapidissima e nel mentre occorre fare tutti i controlli del caso: colori e tonalità, registro ecc. L’operatore provvede ad estrarre un foglio a campione ogni pochi minuti, senza fermare la macchina ed apportando in tempo reale eventuali correzzioni. Un lavoro impegnativo che richiede specifiche capacità, una professionalità chiave al fine di realizzare una stampa eccellente.

Parallelamente alla stampa delle pagine interne occorre stampare la copertina, con procedimento a parte perchè ha un formato diverso, più grande in quanto deve rivestire con le dovute pieghe interne il foglio di cartone, abbinato al quale va a costituire la copertina rigida. La copertina cartonata è un valore aggiunto, ritengo che un’opera di pregio non possa farne a meno; essa viene prodotta in due fasi: la stampa e la successiva plastificazione.

I bancali con la tiratura dei fogli sono pronti per la spedizione al rilegatore che provvederà al taglio, piegatura, cucitura ed assemblaggio con la copertina. Dopo di che non rimane che procedere alla divulgazione del nuovo prodotto editoriale, commercializzazione e spedizione.
Il contattare i clienti è una fase che non definirei lavoro, bensì un piacere; molti di loro sono diventati amici, altri condividono lo stesso interesse e passione, i libri sono diventati una specie di collante fra tutte queste persone ed il sottoscritto. Quindi un lavoro/piacere che non è solo una mera operazione di marketing, attività che in ogni caso richiede anch’essa molto tempo ma che di solito riserva le più belle soddisfazioni che ripagano di tanto lavoro.

Il tutto è reso possibile anche grazie alla collaborazione di alcune aziende del settore, la cui partecipazione consente di contenere i costi in modo tale da offrire il prodotto finale ad un prezzo equo, che se può sembrarvi caro credetemi non lo è.

Non rimane che augurarvi buona lettura: se vi fa piacere visitate la pagina pubblicazioni/libri dove trovate le informazioni specifiche di ogni singolo libro, e se desiderate ulteriori informazioni o procedere all’acquisto  scrivetemi a  info@operazionivolo.com

 

1000th AW139 Celebration Day

1000th AW139 Celebration Day

AW139: una idea, sviluppata attorno alle esigenze degli utilizzatori, divenuta un successo ben oltre le migliori aspettative se pensiamo che il progetto ipotizzava un mercato potenziale di 400 macchine, mentre oggi si festeggia la consegna del millesimo esemplare, assegnato alla Guardia di Finanza.

Progetto della fine anni ’90, primo volo inizio 2001: in vent’anni più di 280 clienti di 70 Paesi del mondo hanno ordinato ben oltre 1100 unità rendendo questa macchina il programma elicotteristico di maggior successo a livello mondiale nel nuovo secolo.

Abbiamo detto di una idea vincente: progettare una macchina innovativa, dalle giuste dimensioni, non troppo grande e non troppo piccola, dal comfort e spazi interni inusitati, dalle prestazioni eccellenti in termini di velocità, altitudine, carico pagante, flessibilità e sicurezza.

Una macchina che soddisfa le più svariate esigenze, dall’elisoccorso all’offshore, dall’utilizzo militare alle forze di polizia, protezione civile ed antincendio, solo per citare le specialità nella quali l’AW139 si è imposto maggiormente.

Macchina nata nella classe di peso delle 6,4Ton, peso incrementato a 6800 Kg, fino agli attuali 7000 Kg.
Capostipite di una famiglia di elicotteri che hanno molti componenti in comune e che offrono una ampia gamma di prestazioni che vanno dagli otto ai diciannove passeggeri, dalla classse delle 4 Tonn dell’AW169 alle 9 Tonn dell’ AW189.

Una macchina matura, collaudata, sicura, che sarà protagonista del mercato elicotteristico per molti anni.
Leonardo ha voluto sottolineare l’importanza che questa macchina ha avuto ed ha tuttora  nello sviluppo e nella continuità aziendale esponendo una inusuale linea di volo costituita da ben 12 AW139 nelle livree di altrettanti clienti.

Occorre altresì evidenziare come nel  “1000th AW139 Celebration Day”  la Leonardo Helicopters abbia voluto porre l’accento sul futuro, presentando in volo l’AW609 Tiltrotor;  un chiaro messaggio del come l’Azienda, non paga dei successi sin qui ottenuti, sia costantemente impegnata nella ricerca e nello sviluppo tecnologico al fine di mantenere quella posizione di leadership del settore conquistata nel nuovo millennio.

AW609 Tiltrotor Leonardo Helicopters

Per saperne di più sul settore elicotteristico, sul lavoro aereo con elicotteri e sull’elisoccorso, consulta su questo sito la pagina  Pubblicazioni/Libri , o scrivi all’autore :  dino@operazionivolo.com

SOS – Elisoccorso sulle Alpi – Elicotteri al lavoro – Salvando Vite

A as ALIDAUNIA – 4ROTORS magazine

A as ALIDAUNIA – Articolo pubblicato nel numero estivo della rivista in lingua inglese 4ROTORS

Alidaunia, Società di navigazione aerea operante sin dal 1976, è un player di primo piano nel settore aeronautico italiano ed internazionale.  Nel mondo, i servizi di linea effettuati con elicotteri,  regolari e giornalieri, si possono contare sulle dita di una mano: il volo di linea Foggia-Isole Tremiti è uno di essi, ed è a cura di Alidaunia.

Altro fiore all’occhiello il servizio di manutenzione offerto da Alidaunia: la Società è certificata da Leonardo/AgustaWestland quale Service Center “Excellent” per tutta la famiglia di elicotteri Leonardo.

Senza dimenticare il servizio di elisoccorso, la scuola di volo, la recente introduzone in servizio del Cessna Citation M2, la progettazione e realizzazione di elisuperfici, e molto altro.

Per l’articolo completo visita www.4rotors.eu

Per saperne di più sul mondo dell’aviazione, elicotteri, elisoccorso consulta la pagina Pubblicazioni/libri di questo sito web:

SOS – Elisoccorso sulle Alpi – Elicotteri al lavoro – Salvando Vite www.operazionivolo/libri/

Base Elisoccorso L’Aquila

Base Elisoccorso L’Aquila. 

La Regione Abruzzo dispone di due basi elisoccorso – HEMS Helicopter Emergency Medical Service – a Pescara ed all’Aquila. La prima ha in dotazione un AW-169, elicottero di ultima generazione nella classe di peso delle 4,5 tonnellate; la base elisoccorso l’Aquila dispone di un AW139, capace di un peso massimo al decollo di 7000 Kg, macchina altamente performante, perfettamente idonea per l’esigente ambiente operativo nel quale si trova ad operare quotidianamente: la montagna.

AW139 HEMS Regione Abruzzo I-LAQU

La popolazione della provincia Aquilana conta circa 300.000 abitanti, su di un territorio vasto e pressoché totalmente montuoso, caratterizzato da imponenti massicci quali il Gran Sasso e la Majella, solo per citare i più noti.  Luoghi di particolare e rara bellezza, assiduamente frequentati da turisti ed appassionati di montagna, in ogni stagione dell’anno.

AW139 I-LAQU HEMS Abruzzo a Campo Imperatore

La presenza di numerose persone dedite ad attività sportive e le vie di collegamento che forzatamente richiedono tempi lunghi di percorrenza, oltre ovviamente alla popolazione residente dispersa su un territorio ampio ed orograficamente tormentato, rendono il servizio di elisoccorso uno strumento indispensabile ed irrinunciabile per garantire un tempestivo soccorso sanitario.

AW139 I-LAQU HEMS Abruzzo

La centralità della base HEMS dell’Aquila, collocata sull’aeroporto dei Parchi di Preturo, è ottimale e l’AW139 garantisce prestazioni eccellenti in ogni situazione ambientale ed alle altitudini riscontrabili in Abruzzo.

AW139 I-LAQU al Gran Sasso

La parte aeronautica del servizio di elisoccorso è affidata alla società Babcock, mentre il servizio sanitario è a cura del 118 Abruzzo Soccorso. L’equipaggio è costituito da due piloti, un tecnico (verricellista), un medico, un infermiere, un tecnico del Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico.

AW139 I-LAQU sulla piazzola a Campo Imperatore / Gran Sasso

Le foto del servizio sono state scattate nel corso di due interventi consecutivi in zona Gran Sasso, nell’agosto 2019.

Se vuoi approfondire l’argomento “Elisoccorso” non perdere i quattro libri pubblicati da Dino Marcellino: SOS – ELISOCCORSO SULLE ALPI – ELICOTTERI AL LAVORO – SALVANDO VITE.

Informazioni alla pagina www.operazionivolo.com/pubblicazioni/libri/

SOS – Elisoccorso sulle Alpi – Elicotteri al lavoro – Salvando Vite

Il nuovo Drago dei Vigili del Fuoco

Il 18 Aprile 2019 è una data importante per il Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, giornata nella quale sono stati ufficialmente consegnati al Corpo, con cerimonia tenutasi presso gli stabilimenti Leonardo Helicopters di Vergiate,  i primi due elicotteri AW-139, marche di registrazione VF-139 e VF-140.  L’introduzione in servizio della nuova macchina si innesta in un progetto di ampiamento e potenziamento del settore aeronautico del Corpo Nazionale VVF.

La nuova macchina amplia le capacità di intervento del Corpo, sia per le prestazioni in velocità e carico utili ma anche per le dotazioni di bordo che consentono di effettuare missioni e porre in essere metodologie di lavoro sino ad oggi impensabili.
Quindi un nuovo modo di fare soccorso-tecnico, in tutte le molteplici e variegate tipologie di missione alle quali i VVF sono chiamati a rispondere in emergenza. Le dotazioni della macchina richiedono figure nuove,  alla formazione delle quali si sta lavorando da tempo.

Attualmente, oltre alle due macchine consegnate, vi è un ordine confermato per altri sei esemplari e l’opzione per ulteriori sette macchine. Il programma prevede l’acquisizione di tutte le macchine entro 4 / 5 anni in modo tale da coprire il fabbisogno di tutti i 15 reparti volo dislocati sul territorio nazionale.

AW-139 Vigili del Fuoco

Inizialmente i primi due elicotteri saranno basati a Ciampino, presso il Centro Aviazione del Corpo, per una fase di studio da parte dei piloti e degli istruttori, alla quale seguiranno i corsi di formazione ed addestramento degli equipaggi per arrivare alla piena operatività nei prossimi sei mesi.

Una nuova era per il Corpo VVF, una giornata importante culmine di anni di lavoro, iniziato nel 2015 dalla commissione che ha studiato il requisito ed il capitolato tecnico, passando poi attraverso il bando pubblico avvenuto nel 2017.

Informazioni sulle attività del Corpo Nazionale VVF nei libri SOS  ed  ELICOTTERI AL LAVORO; per maggiori dettagli visita la pagina “Pubblicazioni”  “Libri” e/o scrivi all’autore  info@operazionivolo.com

Libri Elisoccorso HEMS SAR AIB

Leonardo AW-169 Airgreen HEMS

Nel numero di gennaio-2019 un articolo a mia cura in immagini e testo sul nuovo Leonardo AW-169 operato dalla società AIRGREEN per il servizio HEMS in Piemonte.

Secondo Mona. Una storia tutta italiana.

Globalizzazione, un mondo quello attuale nel quale le attività imprenditoriali, ed in particolare le medio – piccole imprese, fanno sempre più fatica a competere, finendo talvolta con l’essere fagocitate dai grandi gruppi internazionali od essendo costrette a “deporre le armi”.
In un contesto così difficile rimanere al passo con i tempi, se non precorrerli, richiede uno sforzo economico e gestionale non indifferente. Ciò avviene in tutti i settori merceologici, tanto più in quello aeronautico che è massima espressione dello stato dell’arte della tecnologia.
Vi sono Aziende che grazie alla lungimiranza ed all’impegno delle proprietà, e lasciatemi dire anche alla passione, riescono ad imporsi sul mercato affrontando sfide impegnative: innovazione, investimenti, ricerca, nuovi mercati. Riuscire a fare tutto ciò preservando la propria identità e storia, nel solco di un impegno e tradizione di famiglia, è prerogativa di pochi.
E’ questo il caso della “Secondo Mona” di Somma Lombardo, storica azienda italiana fondata nel 1903 dall’omonimo imprenditore, la cui guida è oggi nelle mani dei Dottori Claudia e Riccardo Mona, quarta generazione di una storia di famiglia lunga 115 anni.
Dalla prima officina per la riparazione e vendita di cicli e motocicli alla produzione di equipaggiamenti di bordo per velivoli civili e militari: sistemi combustibile (alimentazione e misura), equipaggiamenti motore e per carrelli d’atterraggio, azionatori elettrici ed idraulici; prodotti montati su velivoli Boeing, Airbus, Leonardo, Bombardier, Piaggio, Pilatus ed altri.
Ed è possibile ripercorrere la storia dell’Azienda visitando il suo museo: una raccolta di cimeli e testimonianze, custoditi ed esposti con cura, che non mancheranno di affascinare il visitatore. Il museo è visitabile il mercoledì, previo appuntamento, sia per privati che per piccoli gruppi e scolaresche.

Per chi volesse saperne di più : www.secondomona.com
www.youtube.com/channel/UCa3JDpJuD_aQjl7dbzh9rXA

HEMS Notturno

HEMS Notturno Validazione Piazzola –  Campo sportivo di San Germano Chisone
118 Piemonte  –  Leonardo AgustaWestland AW-139  –  Airgreen

Vuoi saperne di più sull’attività di elisoccorso notturno? Non perdere il libro ELICOTTERI AL LAVORO nel quale trovi un capitolo dedicato al volo notturno, con e senza NVG, i visori notturni ad intensificazione di luce.
Un altro libro della collana prodotta da Dino Marcellino-OperazioniVolo è dedicato alle attività di Soccorso Aereo dell’Aeronautica Militare.

VISITA SU QUESTO SITO WEB LA PAGINA   ‘PUBBLICAZIONI-LIBRI’  E/O SCRIVI ALL’AUTORE :  info@operazionivolo.com

HEMS 118 Piemonte a Pinerolo

Piazzola HEMS Ospedale di Pinerolo (Torino) – AW-139  118 Piemonte – Società Airgreen
118 Piemonte HEMS Airgreen AW-139<br /> Piazzola HEMS ed Ospedale di Pinerolo (To)<br /> 29-12-2017

Se vuoi saperne di più sull’elisoccorso e soccorso aereo consulta la pagina ‘ Pubblicazioni/Libri’, troverai anteprime e dettagli dei libri a tema pubblicati da OperazioniVolo, autore Dino Marcellino.
– SOS Operazioni di soccorso con elicotteri dal Mar Mediterraneo al Monte Bianco (lingua inglese)
– ELICOTTERI AL LAVORO: HEMS diurno e nottruno e varie altre attività con elicotteri.
– SALVANDO VITE: il Soccorso Aereo in Aeronautica Militare, con elicotteri ed aerei.

CONTATTA L’AUTORE :  dino@operazionivolo.com