Libro elicotteri aviazione

Libro elicotteri aviazione.
Quanto lavoro per produrre un libro.

Avete mai pensato a quanto lavoro, e lasciatemi dire quanta passione, occorre per produrre un libro, nel nostro caso di aviazione?
Innanzitutto necessita il materiale fotografico e la documentazione, per reperire i quali vi sono fondamentalmente due possibilità:

– una può essere quella di utilizzare il materiale che si trova consultando archivi aziendali, uffici stampa ecc. Il prodotto finale, al di là delle necessarie autorizzazioni all’uso di materiali di altrui proprietà, sarà un ‘già visto’ poichè essendo materiale già utilizzato per altre pubblicazioni non rappresenta una novità.

– la seconda è produrre in proprio fotografie e testi, il che è una attività dispendiosa, sia in termini di tempo che di denaro, ma è anche la parte dinamica e piacevole del lavoro. Il vantaggio enorme, dal mio punto di vista irrinunciabile, è il proporre ai lettori una novità assoluta, per la quale vale la pena di acquistare il libro.
Questo è il concetto, molto semplificato, alla base dei miei lavori, e poichè ho già pubblicato quattro ‘titoli’ miei, oltre ad altri due prodotti su commissione, posso asserire che è un criterio vincente.

Realizzare il materiale vuol dire muoversi sul territorio nazionale (ed all’estero se necessario), vivere le attività operative – addestramenti e missioni reali – volare in ogni condizione di tempo, di luogo, di ambiente.

Tutto le immagini ed i documeti/interviste raccolti verranno elaborati al ritorno in sede, per poi procedere alla preparazione di una bozza del libro. E’ questa una fase complesssa e laboriosa: scrivere i testi in italiano ed inglese (così sono i mei libri), selezionare le foto ed adattare testi ed immagini in modo tale da ottimizzare gli spazi-pagina ed allo stesso tempo tenendo presente che il conteggio finale di pagine deve rispettare dei criteri ben precisi.

Il tutto passa nella mani del grafico, il cui lavoro sarà condiviso passo passo: modifiche, aggiustamenti, correzzioni…
Quando hai nelle tue mani, o meglio nel tuo computer, il file definitivo, pronto per la stampa, verrebbe da dire che il gioco è fatto. In realtà inizia un’altra fase delicata, da seguire attentamente e molto insidiosa: un errore in fase di messa a punto della stampa e tutto il lavoro precedente è sprecato.

Ma quanto è lunga una macchina da stampa? E quanto è veloce la stampa dei fogli da otto pagine per lato?  Vi posso assicurare che non c’è tempo da perdere, l’uscita dei fogli è rapidissima e nel mentre occorre fare tutti i controlli del caso: colori e tonalità, registro ecc. L’operatore provvede ad estrarre un foglio a campione ogni pochi minuti, senza fermare la macchina ed apportando in tempo reale eventuali correzzioni. Un lavoro impegnativo che richiede specifiche capacità, una professionalità chiave al fine di realizzare una stampa eccellente.

Parallelamente alla stampa delle pagine interne occorre stampare la copertina, con procedimento a parte perchè ha un formato diverso, più grande in quanto deve rivestire con le dovute pieghe interne il foglio di cartone, abbinato al quale va a costituire la copertina rigida. La copertina cartonata è un valore aggiunto, ritengo che un’opera di pregio non possa farne a meno; essa viene prodotta in due fasi: la stampa e la successiva plastificazione.

I bancali con la tiratura dei fogli sono pronti per la spedizione al rilegatore che provvederà al taglio, piegatura, cucitura ed assemblaggio con la copertina. Dopo di che non rimane che procedere alla divulgazione del nuovo prodotto editoriale, commercializzazione e spedizione.
Il contattare i clienti è una fase che non definirei lavoro, bensì un piacere; molti di loro sono diventati amici, altri condividono lo stesso interesse e passione, i libri sono diventati una specie di collante fra tutte queste persone ed il sottoscritto. Quindi un lavoro/piacere che non è solo una mera operazione di marketing, attività che in ogni caso richiede anch’essa molto tempo ma che di solito riserva le più belle soddisfazioni che ripagano di tanto lavoro.

Il tutto è reso possibile anche grazie alla collaborazione di alcune aziende del settore, la cui partecipazione consente di contenere i costi in modo tale da offrire il prodotto finale ad un prezzo equo, che se può sembrarvi caro credetemi non lo è.

Non rimane che augurarvi buona lettura: se vi fa piacere visitate la pagina pubblicazioni/libri dove trovate le informazioni specifiche di ogni singolo libro, e se desiderate ulteriori informazioni o procedere all’acquisto  scrivetemi a  info@operazionivolo.com

 

Il nuovo Drago dei Vigili del Fuoco

Il 18 Aprile 2019 è una data importante per il Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, giornata nella quale sono stati ufficialmente consegnati al Corpo, con cerimonia tenutasi presso gli stabilimenti Leonardo Helicopters di Vergiate,  i primi due elicotteri AW-139, marche di registrazione VF-139 e VF-140.  L’introduzione in servizio della nuova macchina si innesta in un progetto di ampiamento e potenziamento del settore aeronautico del Corpo Nazionale VVF.

La nuova macchina amplia le capacità di intervento del Corpo, sia per le prestazioni in velocità e carico utili ma anche per le dotazioni di bordo che consentono di effettuare missioni e porre in essere metodologie di lavoro sino ad oggi impensabili.
Quindi un nuovo modo di fare soccorso-tecnico, in tutte le molteplici e variegate tipologie di missione alle quali i VVF sono chiamati a rispondere in emergenza. Le dotazioni della macchina richiedono figure nuove,  alla formazione delle quali si sta lavorando da tempo.

Attualmente, oltre alle due macchine consegnate, vi è un ordine confermato per altri sei esemplari e l’opzione per ulteriori sette macchine. Il programma prevede l’acquisizione di tutte le macchine entro 4 / 5 anni in modo tale da coprire il fabbisogno di tutti i 15 reparti volo dislocati sul territorio nazionale.

AW-139 Vigili del Fuoco

Inizialmente i primi due elicotteri saranno basati a Ciampino, presso il Centro Aviazione del Corpo, per una fase di studio da parte dei piloti e degli istruttori, alla quale seguiranno i corsi di formazione ed addestramento degli equipaggi per arrivare alla piena operatività nei prossimi sei mesi.

Una nuova era per il Corpo VVF, una giornata importante culmine di anni di lavoro, iniziato nel 2015 dalla commissione che ha studiato il requisito ed il capitolato tecnico, passando poi attraverso il bando pubblico avvenuto nel 2017.

Informazioni sulle attività del Corpo Nazionale VVF nei libri SOS  ed  ELICOTTERI AL LAVORO; per maggiori dettagli visita la pagina “Pubblicazioni”  “Libri” e/o scrivi all’autore  info@operazionivolo.com

Libri Elisoccorso HEMS SAR AIB

VVF in azione antincendio boschivo

Il Nucleo Elicotteri Vigili del Fuoco di Torino in attività antincendio boschivo nei pressi di Cumiana (To)
La zona prealpina / alpina piemontese è sovente soggetta a forti venti nel mese di gennaio, i quali associati alla siccità generano (quasi sempre con la colpa dolosa dell’uomo) incendi boschivi.