Congresso HEMS 2019 Aeroporto Massa Cinquale

Congresso HEMS 2019, evento di riferimento per il mondo dell’elisoccorso, del soccorso e della protezione civile, giunge quest’anno alla sua ottava edizione. Come di consueto, nel rispetto di una formula unanimamente apprezzata, il congresso si svolge sull’Aeroporto di Cinquale di Massa, e si sviluppa su due giornate intense, fitte di appuntamenti, il 13 e 14 settembre 2019.

Di seguito il dettaglio delle  quattro sessioni nelle quali si articola il programma dell’evento:   Protezione Civile – Aeronautica – Sanitaria – Infermieristica.

Sarà inoltre possibile visitare lo spazio espositivo dedicato ad alcune delle principali Aziende del settore, nonchè osservare numerosi elicotteri, in volo ed in mostra statica, utilizzati dai servizi HEMS, dalle Forze Armate e dai Servizi di Stato.

Segreteria organizzativa:  nadia.tansini@fondazionealessandrovolta.it

Informazioni web:  www.hems-associatiom.com

Per saperne di più sul mondo del Soccorso Aereo e dell’elisoccorso non perdere i libri pubblicati da OperazioniVolo – Dino Marcellino:

SOS – Elisoccorso sulle Alpi – Elicotteri al lavoro – Salvando Vite

Aiut Alpin Dolomites soccorso alle Tofane

Aiut Alpin Dolomites soccorso alle Tofane

Luglio 2019: durante la salita della via Alverà alle Tofane il più anziano di due alpinisti francesi, padre e figlio,  è caduto per circa sei metri lungo la parete verticale. Nell’urto ha riportato la frattura di una caviglia, con conseguente impossibilità di procedere sulla via di arrampicata.

Poiché l’elicottero HEMS di base a Pieve di Cadore (in provincia di Belluno, così come la montagna luogo dell’incidente) era impegnato su di un altro intervento viene allertata l’Aiut Alpin Dolomites di Pontives (Bolzano).

H-135.T3 Aiut Alpin Dolomites

L’equipaggio dell’ H-135.T3 dell’ AAD, giunto sul posto, effettua un paio di ispezioni del fianco della montagna fino a quando localizza i due scalatori a circa metà via di arrampicata. Il verricellamento risulta difficilmente praticabile, quindi si decide per un recupero con corda fissa da 60 metri, per approntare la quale l’elicottero atterra su una piazzola naturale ai piedi delle Tofane.

Aiut Alpin Dolomites H-135.T3 alle Tofane

In pochi minuti le mani esperte del soccorritore e del tecnico preparano il tiro di corda assicurato al gancio baricentrico (con doppia sicurezza per trasporto di carico umano).

Il medico rimane a terra mentre l’elicottero raggiunge i due malcapitati: appena il tempo di vedere l’elicottero posizionarsi sulla verticale degli alpinisti che già si allontana dalla parete con il suo grappolo di tre persone appese 60 metri più sotto.

Aiut Alpin Dolomites elisoccorso Tofane

Precisione e rapidità sbalorditive, frutto di costante addestramento e smisurata esperienza data da innumerevoli missioni reali.

I due alpinisti vengono depositati, con delicatezza, sulla stessa piazzola naturale già citata, dove il medico presta le prime cure. Il successivo volo sarà in direzione dell’ospedale.

Uno dei tanti, molti interventi quotidiani che contraddistinguono l’attività estiva ed invernale della Aiut Alpin Dolomites, in uno dei luoghi di montagna più affascinanti e frequentati da persone provenienti da tutto il mondo.

I libri pubblicati da Dino Marcellino approfondiscono l’argomento elisoccorso, soccorso aereo, sar search and rescue.  Vedi la pagina pubblicazioni/ libri   www.operazionivolo.com/libri     Contatta l’autore per l’acquisto ed info.

Landings Milano-Malpensa Airport

Aprile 2019     Milano Malpensa Airport     Landings and take-off

Fokker F-100 TradeAir 9A-BTD

Boeing 737 SmartWings N277EA

Boeing 737 Scandinavian Airlines LN-RPO

Boeing 747-8 NCA NipponCargo JA16KZ

Embraer ERJ-190 Polish Airlines SP-LMC

Airbus A-320 EasyJet OE-IJX

Airbus A-319 Bulgaria Air LZ-FBA

Airbus A-319 Air Serbia YU-APE

Boeing 737 Air Baltic YL-BBX

Boeing 767 United Airlines N59053

 

Elisoccorso Pelikan 2

Elisoccorso – Airbus H-145 in servizio sulla base HEMS di Bressanone – Aldo Adige.
L’elicottero, denominato Pelikan 2, fa parte del servizio HEMS della provincia di Bolzano, unitamente al Pelikan 1 basato presso l’ospedale di Bolzano ed all’ H-135 della Aiut Alpin Dolomites con base a Pontives.

Le basi di Bolzano e Bressanone sono gestite dalla HELI, associazione che opera su incarico della giunta provinciale.  Nel corso del 2018 i due elicotteri Pelikan sono tornati alla livrea originale arancione, dopo alcuni anni nel corso dei quali hanno operato con livrea gialla.

Ai Pelikan 1 e 2 è dedicato un capitolo del libro ‘Elicotteri al lavoro’ , vedere la Pagina ‘Pubblicazioni/libri’ del presente sito web.

Aeroporto di Milano Malpensa

Ottobre 2018 – Di passaggio all’aeroporto di Milano Malpensa alcuni scatti interessanti. Danotare lo special color dell’ A-380-800 per pubblicizzare l’ evento EXPO 2020 organizzato in Dubai UAE.  Interessante anche il confronto fra la vecchia e la nuova livrea adottate da AIRITALY.  Accattivante l’ Airbus A319 della russa ROSSIYA in livrea “giochi su ghiaccio”.

Volare e soccorrere

Aeronautica Militare – 31° Stormo – Roma Ciampino

365 giorni anno, giorno e notte, uomini e donne del 31° Stormo sono pronti al decollo nel tempo di due ore per raggiungere qualsiasi angolo del mondo per recuperare concittadini, civili e militari, che abbiano bisogno per gravi motivi di salute di essere ricoverati in Italia presso strutture specializzate.  Allo stesso modo lo Stormo assicura la prontezza operativa per trasporto sanitari urgenti in Italia, trasporto organi, persone in attesa di trapianti. Salvare vite umane, attività quotidiana che possiamo definire una specialità della nostra Aeronautica Militare.

Nelle immagini lo stemma del 31° Stormo esposto all’ingresso della palazzina comando, al centro un Dassault Falcon 900EX, a destra un Airbus A-319.CJ

 

Secondo Mona. Una storia tutta italiana.

Globalizzazione, un mondo quello attuale nel quale le attività imprenditoriali, ed in particolare le medio – piccole imprese, fanno sempre più fatica a competere, finendo talvolta con l’essere fagocitate dai grandi gruppi internazionali od essendo costrette a “deporre le armi”.
In un contesto così difficile rimanere al passo con i tempi, se non precorrerli, richiede uno sforzo economico e gestionale non indifferente. Ciò avviene in tutti i settori merceologici, tanto più in quello aeronautico che è massima espressione dello stato dell’arte della tecnologia.
Vi sono Aziende che grazie alla lungimiranza ed all’impegno delle proprietà, e lasciatemi dire anche alla passione, riescono ad imporsi sul mercato affrontando sfide impegnative: innovazione, investimenti, ricerca, nuovi mercati. Riuscire a fare tutto ciò preservando la propria identità e storia, nel solco di un impegno e tradizione di famiglia, è prerogativa di pochi.
E’ questo il caso della “Secondo Mona” di Somma Lombardo, storica azienda italiana fondata nel 1903 dall’omonimo imprenditore, la cui guida è oggi nelle mani dei Dottori Claudia e Riccardo Mona, quarta generazione di una storia di famiglia lunga 115 anni.
Dalla prima officina per la riparazione e vendita di cicli e motocicli alla produzione di equipaggiamenti di bordo per velivoli civili e militari: sistemi combustibile (alimentazione e misura), equipaggiamenti motore e per carrelli d’atterraggio, azionatori elettrici ed idraulici; prodotti montati su velivoli Boeing, Airbus, Leonardo, Bombardier, Piaggio, Pilatus ed altri.
Ed è possibile ripercorrere la storia dell’Azienda visitando il suo museo: una raccolta di cimeli e testimonianze, custoditi ed esposti con cura, che non mancheranno di affascinare il visitatore. Il museo è visitabile il mercoledì, previo appuntamento, sia per privati che per piccoli gruppi e scolaresche.

Per chi volesse saperne di più : www.secondomona.com
www.youtube.com/channel/UCa3JDpJuD_aQjl7dbzh9rXA