SATER 02-2019 Aeronautica Militare

L’ Aeronautica Militare ha organizzato e coordinato l’esercitazione SATER 02-2019, svoltasi lo scorso 18 giugno, tra la Riviera di Levante dell’Appennino Ligure ed il basso Appennino Emiliano.

Si è trattato di un’attività addestrativa ricorrente, di anno in anno e più volte l’anno in location differenti, che prevede simulazioni di Ricerca e Soccorso (S.A.R. Search and Rescue) in collaborazione con CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) per affinare l’integrazione e l’operatività tra le diverse componenti chiamate a concorrere.

La SATER 02-19 si differenzia dalle precedenti edizioni in quanto lo scenario previsto ha visto la ricerca di escursionisti infortunati (e non, come di consueto, la ricerca di piloti dispersi in seguito ad incidente aereo), simulando inoltre il recupero di persone bloccate in zona ipogea (grotte) con intervento della squadra speleologica del CNSAS.

 

Per saperne di più in merito a questi eventi addestrativi consiglio di consultare i libri “SOS Italian Helicopter Rescue Operations”  e  “Salvando Vite” , editi da Dino Marcellino: www.operazionivolo.com/libri

Il Comando Operazioni Aeree (COA) dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico (FE) ha coordinato le operazioni di ricerca, svolte sia di giorno e di notte con gli speciali visori notturni NVG (Night Vision Goggles), grazie all’installazione di una postazione di comando e controllo, denominata PBA (Posto Base Avanzato) presso il Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto di Sarzana (SP), che insieme alle altre articolazioni della Guardia Costiera garantisce un servizio di allarme continuativo per la ricerca e il soccorso in mare e in ambiente costiero.

 

Oltre all’Aeronautica Militare, che ha partecipato con un elicottero HH-139 del 15° Stormo 85° Centro CSAR di base a Pratica di Mare (RM), hanno preso parte anche assetti di volo della Guardia Costiera con 1 AW139 della Base Aerea di Sarzana (SP) e la Guardia di Finanza con 1 AB412 della Sezione Aerea di Pisa ed 1 NH500 della Sezione Aerea di Genova, quest’ultima supportata a terra da una squadra del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

Il coordinamento dell’intera operazione di ricerca terrestre è invece competenza del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.) della regione Liguria, che ha distaccato personale, materiale e mezzi per le ricerche a terra, 10 Unità Radiomobili per pianificazione e coordinamento, 10 Squadre composte da Tecnici, Personale Sanitario e Cinofili.

Tale esercitazione  è resa possibile grazie ai seguenti accordi:

  • Accordo Tecnico per la Ricerca e Soccorso tra lo Stato Maggiore Difesa ed Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico datato 15 marzo 2018;
  • Convenzione tra il Ministero dell’Interno e C.N.S.A.S. del 2010;
  • Dichiarazione di Principio tra il C.N.S.A.S ed il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza del 12 giugno 1996;
  • Protocollo d’Intesa tra il Comando Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto di Sarzana ed il Servizio Regionale C.N.S.A.S. della Liguria del 21 aprile 2015;
  • Convenzione tra Azienda Sanitaria della Regione Liguria e Servizio Regionale C.N.S.A.S. Liguria del 16 giugno 2017;
  • Convenzione C.R.I. e C.N.S.A.S. del 2017;

Nel dettaglio l’esercitazione ha previsto tre eventi, due diurni ed uno notturno, con la conseguente attivazione delle necessarie operazioni di ricerca e salvataggio del personale coinvolte.  Sono stati simulati :

– Gruppo di escursionisti che percorre l’Alta Via dei Monti Liguri, peggioramento condimeteo con dispersi.

– Infortunio all’interno della Miniera di Gambatesa (Val Graveglia).

– Infortunio ad escursionista sul Monte di Portofino, ore serali .

Le operazioni terrestri in ambiente montano, terrestre ed ipogeo sono state coordinate a cura del Direttore Operazioni di Superficie del Soccorso Alpino e Speleologico del C.N.S.A.S. Liguria.

I limiti operativi per le Unità terrestri sono stati fissati nella eventuale impossibilità a procedere sul terreno in sicurezza o in assenza prolungata di contatto radio/telefonico con la Direzione Operazioni dell’esercitazione .

SOS Search and Rescue Elisoccorso

SOS Search and Rescue Elisoccorso : the book dedicated to the Italian Helicopter Rescue Operations from Mediterranean Sea to MontBlanc. On board civil and military helicopters engaged in daily rescue operations in all Italian environments, from the sea to the top of mountains. Fire Brigades, Airgreen, Guardia di Finanza, Mountain Rescue and a lot of others operators.
For more info please visit www.operazionivolo.com/libri/  or contact the author  info@operazionivolo.com

Book SOS Search and Rescue Hems Elisoccorso

Libro Aeronautica Militare – Soccorso Aereo

Libro Aeronautica Militare – Soccorso Aereo

SALVANDO VITE – SAVING LIVES.  Nuovo libro sull’Aeronautica Militare e Soccorso Aereo: una storia lunga oltre 80 anni, una storia che continua di giorno in giorno. Uomini e donne, aerei ed elicotteri, il meglio della professionalità e della tecnologia al servizio di chi è in pericolo di vita. Una capacità di soccorso a 360 gradi, sia in favore del personale militare che dei civili, in Italia ed all’estero. Il libro “SALVANDO VITE-Operazioni di Soccorso dell’Aeronautica Militare” spiega ed illustra ampiamente l’organizzazione, le tecniche, le missioni, gli equipaggiamenti, l’addestramento e la storia: S.A.R. – CombatSAR, Personnel Recovery, Trasporti Sanitari, Medevac, Rifornimento in volo di elicotteri.

Aeronautica Militare – Soccorso Aereo: combat sar, sar, medevac, personnel recovery, trasporti sanitari, elisoccorso, rifornimento in volo

Una visione insolita dell’ Aeronautica Militare, vista non solo come arma aerea a difesa dei nostri cieli ma anche come strumento di pace e solidarietà.  Il libro accompagna il lettore a bordo dei velivoli nel corso di missioni reali e di addestramento. Il primo capitolo tratta brevemente la storia del soccorso aereo in Italia, con una speciale dedica all’elicottero che ne è stato protagonista per decenni, l’ HH-3F Pelican; mammajut !  Il secondo capitolo è dedicato alla formazione degli equipaggi di volo, ed in particolare sono descritti il 70° ed il 72° Stormo. Piloti di elicottero e di aerei, gli specialisti, vale a dire l’Operatore di Bordo OB (on Board Operator) che espleta anche la mansione di verricellista e l’ Aerosoccorritore ARS Air Rescuer.

Il terzo capitolo analizza i tre modelli di elicottero in uso al 15° Stormo nonchè lo Stormo stesso, i suoi Centri SAR e C/SAR : 80° Centro C/SAR Decimomannu, 81° Centro Addestramento Equipaggi Cervia-Pisignano, 82° Centro C/SAR Trapani-Birgi, 83° Centro C/SAR Cervia-Pisignano, 84° Centro C/SAR Gioia del Colle, 85° Centro C/SAR Pratica di Mare. Gli elicotteri, dal più anziano HH-212 al recente Leonardo (Agusta Westland) HH-139A, per finire all’ultimo arrivato il Leonardo (AgustaWestland) HH-101A Caesar.  Macchine ed equipaggi che ritroviamo nei due capitoli successivi dedicati all’addestramento per missioni SAR e Combat, attività quali le SATER e le Grifone, organizzazioni internazionali come lo EAG European Air Group e l’ EPRC European Personnel Recovery Centre.   Uno spazio è dedicato anche a quelle organizzazioni che collaborano fattivamente con l’ Aeronautica Militare, od alle quali la Forza Aeree fornisce supporto:  la Croce Rossa Italiana ed il CNSAS Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico.

Il sesto capitolo illustra l’attività di trasporto aereo sanitario d’urgenza, svolta con velivoli trireattori Dassault Falcon 50 ed Easy del 31° Stormo con sede a Ciampino-Roma.  Lo Stormo mantiene sempre, H-24 365 giorni anno, almeno un velivolo pronto al decollo in brevissimo tempo con il quale è possibile raggiungere qualsiasi destinazione, in Italia ed all’estero.

L’ultima parte “operativa” del libro è riservata alla 46° Brigata Aerea con base a Pisa San Giusto: SAR oceanico, trasporti sanitari con imbarco di ambulanza, trasporto aereo in biocontenimento gestito dalla Infermeria Centrale di Pratica di Mare, una attività complessa e delicata, tanto che in Europa solo le forze aeree di Italia e Gran Betagna sono equipaggiate ed abilitate per condurla efficacemente ed in sicurezza. E non ultima l’attività di rifornimento in volo di elicotteri, l’ HAAR; novità assoluta, per la prima volta in Italia ripresa sia da bordo dei velivoli rifornitori KC-130J della 46° , sia dal cockpit dell’elicottero HH-101A Caesar del 15° Stormo.

In chiusura uno sguardo ad alcune aziende operanti nel settore aeronautico e soccorso aereo.  Protagonisti nella progettazione, costruzione, manutenzione delle meravigliose macchine volanti descritte nel volume: Airgreen, Alidaunia, BMA Buizza Agency, BPG Radio Comunicazioni, Data F, Kong, Secondo Mona, Sima, Zoll Medical Equipments.

SALVANDO VITE – SAVING LIVES  edizione bilingue Italiano/Inglese

Copertina rigida – Formato album 297 x 210 mm ,  216 pagine, oltre 320 foto colori,  prezzo Euro 35 +spese spedizione

Per informazioni: info@operazionivolo.com    oppure   dino.marcellino@live.it

Sater Aeronautica Militare – Val di Taro

SATER – Aeronautica Militare – Esercitazione ricorrente con CNSAS  ed in questa edizione con la Marina Militare
Il libro ‘SOS-Italian Helicopter Rescue Operations from Mediterranean Sea to MontBlanc’ tratta ampiamente questo argomento, con un intero capitolo ad esso dedicato. Per anteprima e dettagli visita su questo sito web la pagina ‘Pubblicazioni-Libri’, troverai anche gli altri libri pubblicati dall’autore.